Responsabilità degli amministratori di società in house per spese non autorizzate

Responsabilità degli amministratori di società in house per spese non autorizzate

ISPOA AZIENDITALIA – ENTI LOCALI N. 8-9/2021
Di Iacopo Cavallini, Edoardo Rivola, Maria Orsetti – Dipartimento di Economia e Management, Università di Pisa

Abstract:

Le somme stanziate dal Comune costituiscono un chiaro limite di spesa imposto dal socio pubblico alla propria società in house; mentre il riconoscimento del debito da parte degli organi dell’ente costituisce un atto dovuto, conseguente alla deliberazione di una spesa in eccesso rispetto al suddetto limite. Ferma restando l’insindacabilità delle scelte discrezionali dell’Organo Amministra- tivo, non si può escludere la possibilità di verificarne la compatibilità con i fini pubblici dell’ente, nonché la conformità ai criteri di economicità, congruità e razionalità dell’azione amministrativa. Tali criteri risultano violati ogniqualvolta il vincolo di spesa, posto dal socio pubblico e determinato dalla situazione finanziaria della società, non venga rispettato. Ne discende, in questi casi, l’accertamento della colpa grave dell’amministratore della società, il quale, pur essendo a conoscenza del predetto vincolo e della situazione finanziaria della società, contribuisce a una decisione che già ex ante poteva ritenersi dannosa per quest’ultima.

Dott. Edoardo Rivola
Print Friendly, PDF & Email

Iscriviti alla newsletter gatuita

    Lascia un commento

    company events
    Come possiamo aiutarti ?

    Contattaci o richiedi i nostri servizi online.

    Il nostro punto di forza:
    la specializzazione e un approccio multidisciplinare alla compliance che consentono di svolgere un ruolo complementare rispetto alle attività professionali tradizionali.

    Dott. Edoardo Rivola
    Partner

    Siamo a tua disposizione per rispondere a quesiti e per redigere pareri legali

    This website uses cookies and asks your personal data to enhance your browsing experience.