whistleblowing-1
Realizzazione e gestione Piattaforma Whistleblowing per le segnalazioni di illecito

AL VIA LA NUOVA DISCIPLINA SUL WHISTLEBLOWING.

L’Italia recepisce in via definitiva, con approvazione di un decreto legislativo, la direttiva sul whistleblowing.

La normativa, recante “Disposizioni per la tutela degli autori di segnalazioni di reati o irregolarità di cui siano venuti a conoscenza nell’ambito di un rapporto di lavoro pubblico o privato” (c.d. Whistleblowing), mira ad incentivare la collaborazione dei lavoratori, ovvero di tutti i soggetti interessati, per favorire l’emersione dei fenomeni corruttivi e di comportamenti illeciti all’interno delle organizzazioni.

Si tratta di modifiche molto impattanti, già aspramente criticate da Confindustria. A nostro parere l‘aspetto che maggiormente potrebbe creare difficoltà è la mancanza di un adeguato bilanciamento tra l’emersione delle violazioni e i rischi di danni reputazionali all’impresa e al segnalato (le c.d. “persone coinvolte”), in presenza di segnalazioni che si rivelino false o infondate. Ciò, in particolare, alla luce del fatto che è stata introdotta la possibilità non solo di estendere l’alveo dei soggetti segnalanti anche all’esterno ma sopratutto per la possibilità di procedere con la divulgazione pubblica delle segnalazioni.  Nello sspecifico «divulgazione pubblica» o «divulgare pubblicamente» significa, per espressa previsione contenuta nel decreto, rendere di pubblico dominio informazioni sulle violazioni tramite la stampa o mezzi elettronici o comunque tramite mezzi di diffusione in grado di raggiungere un numero elevato di persone;

Tutte le organizzazioni aventi un Modello 231/2001 o quello con più di 50 dipendenti come anche tutte le società in controllo pubblico e le P.A. sono tenute a realizzare un sistema che consenta di segnalare, in condizioni di sicurezza, gli eventuali illeciti di cui vengano a conoscenza affinché vi sia la tutela dell’identità del segnalante.

Lo studio mette a disposizione dei clienti, realizza e gestisce per loro conto un applicativo in cloud conforme a tutte le normative (compresa quella sulla Privacy) che consente la segnalazione online, sicura ed anonima di tutti gli illeciti le violazioni etiche. Ciò grazie alla partnership attivata con ZUCCHETTI, leader del mercato su questo genere di applicativi.

il Software automatizza la gestione delle segnalazioni whistleblowing, con risparmi di tempo, assicurando la conformità alla normativa, in modo semplice e sicuro. Tutto adattato alle esigenze della tua specifica organizzazione.

Attiva la tua piattaforma realizzata da ZUCCHETTI in cloud  per le segnalazioni, accessibile anche per gli avvisi anonimi (AA), totalmente in linea con la GDPR.

Permette agli OdV, ai RPCT o ai soggetti incaricati a norma di legge, di utilizzare la dashboard che mostra tutte le azioni gestite, non confermate o in scadenza, in modo da avere tutto sotto controllo, ricevendo notifiche via email. Scarica report in qualsiasi momento per visualizzare informazioni sul numero ed al tipo di avvisi,  quanti oggetto di indagine e quanti chiusi.

I nostri servizi professionali in "ambito 231"

Lo Studio, con il suo team multidisciplinare di avvocati, commercialisti ed ingegneri, con esperienza nell'”Area 231″ maturata in oltre 15 anni di attività come consulenti, OdV, docenti e pubblicisti, assicura ai clienti un supporto consulenziale e formativo personalizzato e di alta professionalità.

company events
Come possiamo aiutarti ?

Contattaci o richiedi i nostri servizi online.

Il nostro punto di forza:
la specializzazione e un approccio multidisciplinare alla compliance che consentono di svolgere un ruolo complementare rispetto alle attività professionali tradizionali.

Dott. Edoardo Rivola
Partner,
Condividi
Print Friendly, PDF & Email

Siamo a tua disposizione per un check up gratuito e per pianificare l'intervento

Condividi
This website uses cookies and asks your personal data to enhance your browsing experience. We are committed to protecting your privacy and ensuring your data is handled in compliance with the General Data Protection Regulation (GDPR).