Consulenza, Affiancamento e formazione per la Compliance

 

immagine_di_compliance_3

 

Lo Studio, attraverso il suo team di Dottori Commercialisti ed Avvocati, fornisce consulenza, affiancamento e formazione per la Compliannce delle società di capitale nell'ambito di specifiche aree di intervento aziendale e giuridico.
L'attività di Compliance è volta a porre in essere tutte le azioni preventive, mitigative e correttive necessarie ad assicurare la conformità delle attività aziendali al contesto normativo di riferimento e a ridurre i rischi di non conformità e i disallineamenti/gap (risk assestment).

Più precisamente l'attività di Compliance  si occupa di:

  • prevenire i disallineamenti tra le procedure aziendali, l’insieme delle regole interne all’azienda e la legislazione applicabile;

  • assistere le strutture aziendali nell'individuazione del posizionamento della società/ente all'interno del perimetro normativo di riferimento e nell’applicazione delle Norme;

  • predisporre interventi formativi per adeguare le procedure interne alle Norme;

  • coordinare e garantire l’attuazione degli adempimenti richiesti dalle Norme;

  • segnalare le più recenti novità normative al fine di aggiornare periodicamente la documentazione in essere presso l’azienda;

  • risolvere situazioni di discordanza tra le Norme in vigore e tra queste e le specifiche realtà operative dell’azienda;

  • assicurare le relazioni con le Autorità ed Organi di Controllo interni ed esterni.

Destinatari

  • Società di capitali

  • Enti Locali e P.A., Società, Fondazioni ed  altri Organismi a partecipazione pubblica.

  • Ordini Professionali e Enti Pubblici in genere.

  • Collegi Sindacali, Revisori di società e Enti Locali, Dirigenti comunali e Segretari Generali, RPCT, RUP e operatori in genere.

Aree tematiche di intervento sulla compliance

  • Area public Utilities e materie giuridiche applicate alla P.A. (compliance alla legislazione della P.A, delle società, enti e altri organismi da essa partecipati e sue applicazioni, Codice dei contratti, revisione Enti Locali, Control governance del "Gruppo pubblico", bilancio consolidato, definizione e applicazione  di sistemi di "controllo analogo").

  • Area Compliance D.lgs. n. 231/01 e Organismi di Vigilanza, Anticorruzione, Trasparenza, Rating di Legalità.

  • Area Responsabilità amministrativo-contabile e patrimoniale degli organi di amministrazione e controllo, Auditing forense sulle indagini preliminari a loro carico per reati societari e fallimentari.

  • Area Revisione Legale e consulenza di direzione società di capitali  (Revisione, bilancio, controllo di gestione, diritto societario ).


    SCARICA LA PRESENTAZIONE DEI SERVIZI IN PDF
     

    Per info:
    - contattaci via email cliccando QUI 
    - oppure compila il form per richiedere informazioni 
    cliccando QUI


 

 

Consulenza, Affiancamento

 

CONSULENZA E AFFIANCAMENTO DELLE P.A. E DEGLI ORGANISMI PARTECIPATI NELLA GESTIONE DELLE PROBLEMATICHE AFFERENTI IL "GRUPPO PUBBLICO"

 

immagine_di_grupppo_pubblicoGli interventi consulenziali sono   tesi ad assistere il cliente (Organi, Dirigenti Comunali e Segretari Generali, Consulenti) in tutti gli ambiti necessari per assicurare la Compliance alla articolata legislazione "ibrida" pubblico/privata a cui è soggetto il "Gruppo pubblico" e i soggetti che ne fanno parte (P.A. partecipate)   e nella gestione dei rapporti interni, economici, finanziari e amministrativi. Preliminarmente verrà definito il posizionamento del/degli organismi partecipati rispetto alla legislazione  vigente e rispetto al perimetro di controllo attraverso un check-up mirato svolto gratuitamente che si concluderà con  l'elaborazione di un report.  individuato all'ambito soggettivo di applicazione della normativa speciale di riferimento, i  servizi potranno essere calibrati  su tutte le fasi dei processi di programmazione, definizione degli obiettivi, gestione e controllo di Enti Locali e loro Organismi partecipati e sviluppati con risposte  a quesiti, redazione di pareri, elaborazione di atti e documenti (PIani, programmi di valutazione del rischio di crisi di impresa, contratti di servizio, delibere degli Organi, determine, statuti, patti parasociali, corrispondenza intra gruppo , redazione bandi e capitolati per l'esternalizzazione servizi e la  costituzione di società miste, bandi e procedure per la selezione del personale ecc), implementazione di sistemi e modelli di control goernance e di controllo analogo, assistenza nelle esternalizzazioni, nelle operazioni straordinarie,  nella costituzione, privatizzazione e dismissione, nel bilancio consolidato, nella definizione/gestione dell'accountability sia dal lato della P.A. che dei suoi Organismi partecipati e nello svolgimento di tutte le attività  necessarie per la corretta definizione e tenuta  delle relazioni intragruppo.  L'assistenza copre anche la partecipazione a commissioni  per la selezione del personale e i fabbisogni dei Revisori di Enti Locali, dei Collegi Sindacali e dei Revisori degli Organismi partecipati attraverso lo svolgimento di tutte le attività che ricadono nella loro competenza.
Con la finalità di offrire al committente un’assistenza personalizzata,  i servizi vengono calibrati e modulati sulle sue esigenze con la finalità di perseguire la compliance al complesso quadro normativo ed  interpretativo di riferimento (giurisprudenza e orientamenti della Corte dei Conti e dell'Anac) .

 

INTERVENTO DI MONITORAGGIO DEL RISCHIO FINANZIARIO EX ART. 14 DEL DLGS. N. 174/16 IN OCCASIONE DELLA PREDISPOSIZIONE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E PREDISPOSIZIONE DELLA RELAZIONE DEL GOVERNO SOCIETARIO


L’intervento, a cui sarà dedicato un team di Professionisti con esperienza consolidata, maturata negli ambiti specifici oggetto della presente Proposta, consta nell’intervento di compliance al Dlgs. n. 175/16 con riguardo al monitoraggio del rischio finanziario ex art. 14 del “Tusp, da attivare in occasione della predisposizione del bilancio di esercizio 2016, che porti alla presentazione (elaborata nell'ambito dell'attività di consulenza prestata dallo Studio) in Assemblea dei soci della Relazione del governo societarioex art. 6, comma 4, del Testo unico sulle Società a partecipazione pubblica”. Gli obblighi del Decreto Madia:
• art. 6 c.2: «le società a controllo pubblico predispongono specifici programmi di  valutazione del rischio di crisi aziendale e ne informano l'assemblea»;

• art. 14 c.2: «qualora emergano, nell'ambito dei programmi di valutazione del rischio di cui all'articolo 6, comma 3, uno o più indicatori di crisi aziendale, l'organo amministrativo della società a controllo pubblico adotta senza indugio i provvedimenti necessari al fine di prevenire l'aggravamento della crisi, di correggerne gli effetti ed eliminarne le cause, attraverso un idoneo piano di risanamento»;

• art. 20 c. 1: «le amministrazioni pubbliche effettuano annualmente un’analisi dell’assetto complessivo delle proprie società in cui detengono partecipazioni».

Lo Studio assiste i clienti attraverso:
La redazione della Relazione sul Governo Societario in conformità all'art. 6 comma 4 del TUSPP

L'elaborazione del report di analisi per il monitoraggio del rischio di crisi di impresa : consiste in un rapporto di analisi fondamentale, centrato sull’analisi del rischio finanziario di insolvenza. È articolato nelle seguenti sezioni:

  1. Executive summary

  2. Analisi settoriale e competitiva

  3. Analisi strategica

  4. Attendibilità del sistema contabile

  5. Le performance economiche

  6. La solidità patrimoniale

  7. La sostenibilità del debito

  8. Giudizio finale e di rating di solvibilità

IMMAGINE_PDF  Scarica il PDF informativo


 

AFFIANCAMENTO NELL'APPLICAZIONE DEL CODICE DEGLI APPALTI (D.lgs. n. 50/16

 

immagine_codice_appaltiL'intervento del team di Commercialisti e Avvocati amministrativisti è teso alla risoluzione a gestione delle problematiche di natura legale e amministrativa connesse al corretto assolvimento della normativa in tema di appalti pubblici (Dlgs. n. 50/16). I servizi che vengono offerti, tutti personalizzabili a seconda delle esigenze del cliente, ricomprendono l'assistenza al RUP e alla Stazione appaltante in tutte le fasi delle procedure, dalla regolamentazione, alla programmazione, alla elaborazione di tutti gli atti, fino all'aggiudicazione e alla firma del contratto. Oltre alla redazione bandi, disciplinari, capitolati di gara, contratti di appalto e modulistica allegata, il servizio comprende anche il loro controllo di legittimità e la loro revisione.Potrà essere inoltre pattuita la partecipazione del consulente alle sedute di gara o ad altre fasi delle medesime e la risposta a quesiti telefonici o e-mail su qualsiasi aspetto problematico delle fasi di programmazione, svolgimento ed esecuzione della procedura di gara, aggiudicazione e stipula del contratto. Saranno inoltre redatti pareri a supporto all’amministrazione per l’adozione di provvedimenti (ad es., esclusione dalla gara o ammissione in gara di un concorrente, verifica di anomalia delle offerte, etc.), su qualsiasi aspetto problematico delle fasi di programmazione, svolgimento ed aggiudicazione della procedura di gara, stipula del contratto. Nel servizio sono compresi altresì gli aggiornamenti normativi ed interpretativi e la formazione per un numero di sessioni e di ore pre concordate sulla base dei fabbisogni del cliente.

 

 

AFFIANCAMENTO E FORMAZIONE : LA  PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E TRASPARENZA

 

immagine_anticorruzione_e_trasparenzaAd oggi sono decine gli Ordini Professionali, le Società e le Fondazioni a partecipazione pubblica che con soddisfazione aderiscono al progetto. Per le Società e gli altri enti il progetto di compliance alla normativa in materia di prevenzione della corruzione e trasparenza è integrabile con l'ottenimento del "Rating di legalità" e con l'intervento di compliance al D.lgs. n. 231/01.
Lo Studio, grazie al gran numero di adesioni a livello nazionale, nel corso degli anni ha messo a punto uno schema di "Convenzione" a corrispettivi contenuti per  l'affiancamento e la formazione in materia di prevenzione della corruzione e della trasparenza, cuciti su misura con un pacchetto chiavi in mano per assicurare il continuo adeguamento alla normativa vigente da parte delle Società e Fondazioni a partecipazione pubblica,  Ordini Professionali e loro RPCT.


IMMAGINE_PDFScadenzario Anticorruzione e Trasparenza 2018

 

 

 

 

AFFIANCAMENTO PER L'OTTENIMENTO DEL "RATING DI LEGALITA'

 

immagine_rating_di_legalita_3Il Rating di Legalità è una certificazione ufficiale istituita con Decreto “CresciItalia” (D.l. n. 1/12, convertito con L. 24/03/2012 n. 27) che attribuisce un punteggio sul grado di legalità, etica e regolarità contributiva dell’Impresa richiedente e dei suoi esponenti aziendali. Il rating avrà un range tra un minimo di una ‘stelletta’ a un massimo di tre ‘stellette’, attribuito dall’Autorità. Con l’adozione del rating di legalità, ciascun impresa otterrà un punteggio da una a tre stellette, a conclusione di idonei accertamenti effettuati dall'Autorità garante della concorrenza e del mercato (AGCM), competente in materia.  L’ottenimento del Rating di Legalità determina i seguenti vantaggi:
1.attribuzione punteggi in gare d’appalto, concessione appalti pubblici, espressamente previste nel nuovo Codice dei contratti (D.lgs. n. 50/16);
2.determinazione punteggio per le graduatorie per l’ottenimento di contributi e agevolazioni pubbliche;
3.concessione di finanziamenti da parte delle pubbliche amministrazioni;
4.accesso al credito bancario (secondo le modalità stabilite con decreto del Ministro dell’economia e delle finanze e del Ministro dello sviluppo economico; gli istituti di credito che omettono di tener conto del rating attribuito in sede di concessione dei finanziamenti alle imprese sono tenuti a trasmettere alla Banca d’Italia una dettagliata relazione sulle ragioni della decisione assunta).
Lo Studio Rivola, attivo da oltre 15 anni sui temi della Responsabilità sociale di Impresa (D.lgs. n. 231/01) e delle società a partecipazione pubblica, supporta le società che desiderano ottenere il Rating di Legalità, offrendo un servizio completo di assistenza che si sviluppa nelle seguenti attività.
1.Check up Rating: conosci il livello di Rating al quale si trova la tua azienda e valuta insieme a noi le migliori azioni di intervento.
2.Aumento del livello di Rating: migliora il Rating, attraverso una serie completa e modulabile di servizi.
3.Compilazione modulistica ministeriale: ottieni il Rating evitando errori e possibili esclusioni.
4.Presentazione dell’istanza di rating all’Autorità Garante del Mercato e della Concorrenza;
5.Gestione iter istanza, dalla protocollazione all’evasione dell’istanza di rating;
6.Help Desk.
Per le Società e gli altri enti il progetto di compliance alla normativa in materia di prevenzione della corruzione e trasaprenza è integrabile con l'otenimento del "Rating di legalità" e con l'intervento di compliance al D.lgs. n. 231/01.

 

 

IMMAGINE_PDFScarica il Promo Rating di legalità in PDF

MODELLI ORGANIZZATIVI EX D.LGS. N. 231/01    E ATTIVITA' DI O.D.V. 

 

immagine_Mog._231Oggetto della proposta è affiancare il cliente con apporto di metodi, strumenti e risorse al fine di effettuare l’analisi dell’organizzazione aziendale e relativi processi per la conseguente predisposizione della documentazione e delle attività, linee guida e procedure necessarie per la creazione di un modello di organizzazione, gestione e controllo conforme ai requisiti del D. Lgs. 231 dell’8 giugno 2001. Il lavoro, per poter esercitare la propria efficacia preventiva, dovrà considerare le caratteristiche proprie dell’impresa cui esso si applica. Il rischio “reato” di ogni impresa è infatti strettamente dipendente da diverse variabili, quali il settore economico, l’area geografica in cui l’impresa opera, la struttura, l’articolazione e le dimensioni dell’impresa stessa, la mappa delle funzioni e dei poteri, ecc..
Il team di professionisti, Dottori Commercialisti, Avvocati penalisti e Ingegnieri esperti di SSLL e reati amientali, essendo dotato della flessibilità necessaria a poter cucire su misura i servizi in cui ha competenza ai propri clienti, si propone come organizzazione di assistenza e consulenza in grado di supportare le strutture aziendali nella progettazione e sviluppo di “Modelli 231” idonei ed efficaci aventi le finalità indicate sopra che verranno integrati con i sistemi e le procedure già in uso presso i Clienti.
LA PROPOSTA DI INTEGRAZIONE TRA D.LGS. 231/01   ED I PIANI ANTICORRUZIONE:
Come stabilito nelle Nuove Linee Guida Anac sulle società partecipate, nella Delibera n. 1134/17 e nel P.n.a. 2016, in una logica di coordinamento delle misure e di semplificazione degli adempimenti, il “modello 231” sarà integrato con misure idonee a prevenire anche i fenomeni di corruzione e di illegalità in coerenza con le finalità della legge n. 190 del 2012 - comprensive di quelle necessarie ad assicurare il puntuale assolvimento degli obblighi in materia di Trasparenza –
LO SVOLGIMENTO DELLE FUNZIONI DI MEMBRO DELL’ORGANISMO DI VIGILANZA EX ART. 6 DEL D.LGS. N. 231/01:
A seguito dell’adozione del Modello da parte della Società, ai fini della sua efficace attuazione, dovrà necessariamente essere nominato l’Organismo di Vigilanza.
Poiché la validità del “Modello 231” è subordinata dalla sua effettiva applicazione attraverso la vigilanza dell’OdV, la Società potrà avvalersi dei professionisti dello Studio attribuendogli le funzioni di membro (monocratico o all’interno di un organismo collegiale), per lo svolgimento delle attività di vigilanza ai sensi dell’art. 6 del D.lgs. n. 231/01
Funzioni del membro dell’OdV in materia di anticorruzione e trasparenza e di supporto al RPCT:
L’Anac fornisce precise indicazioni in merito al supporto conoscitivo e operativo di cui deve potersi avvalere il RPCT e circa il fatto che è indispensabile sancire una stretta collaborazione del medesimo con l’Organismo di Vigilanza 231.
L’Organismo di vigilanza 231 inoltre svolge funzioni analoghe agli Organismi indipendenti di valutazione per espressa previsione Anac (cfr. Determina n. 1134/17) che impone di valorizzare i sistemi di controllo già esistenti. 
Per le Società e gli altri enti il progetto di compliance alla normativa in materia di prevenzione della corruzione e trasparenza è integrabile con l'ottenimento del "Rating di legalità" e con l'intervento di compliance al D.lgs. n. 231/01.

 

 

 

CHECK-UP SUL POSIZIONAMENTO DELLA SOCIETA' RISPETTO ALLA LEGISLAZIONE SPECIALE E ALLA "COMPLIANCE 231"  

 

immagine_check_upRichiedi un Check-up gratuito sul posizionamento della società/Ordine Professionale/Organismo a partecipazione pubblica nel perimetro del "controllo" e rispetto al quadro normativo "speciale" di riferimento , relativamente  all'assoggettamento alla legislazione applicabile in materi di anticorruzione e trasparenza, assoggettamento degli organi a responsabilità per danno erariale, vincoli in materia di personale dipendente, Codice appalti, rapporti tra P.A.  e Enti/società partecipate ecc . Oppure richiedi un'analisi preliminare (Risk assestment), sempre gratuita, deil'adeguatezza della struttura aziendale rispetto ai rischi di commissione di reato finalizzata a valutare l'impegno connesso al processo di adeguamento al D.lgs. n. 231/01, anche in relazione ai tempi e ai costi di 'implementazione del Modello organizzativo. Per richiedere un Check-up gratuito clicca qui

 

 

PROGETTO PER LA COMPLIANCE ALLA PRIVACY E AL NUOVO REGOLAMENTO EUROPEO


images-5Il 25 maggio 2018 diverrà efficace il nuovo Regolamento europeo (GDPR) sulla protezione dei dati personali, che sarà direttamente applicabile negli Stati membri UE con significative ricadute sulla compliance aziendale.

Intervenire tempestivamente, al fine di conformarsi alle evoluzioni della normativa privacy, previene onerose sanzioni economiche (fino al 4% del fatturato), oltre che ingenti danni patrimoniali e reputazionali (possibili conseguenze di un incidente informatico che mette a rischio l’integrità e la riservatezza dei dati).
Le novità introdotte dal GDPR impongono:

- Una responsabilizzazione dei titolari del trattamento e documentabilità delle misure adottate a tutela dei dati personali, in conformità al GDPR;

- L’analisi dei rischi e la valutazione d’impatto sulla protezione dei dati personali; 

- La gestione e l’implementazione delle procedure aziendali connesse al trattamento di dati sensibili;

- L’obbligo di notificare gli incidenti di sicurezza con violazioni di dati personali;

  • L’adozione di un registro dei trattamenti, per aziende con più di 250 dipendenti o per aziende, anche con meno di 250 dipendenti, che effettuano trattamenti rischiosi per i diritti e le libertà degli interessati;

  • La nomina di un responsabile della protezione dei dati (RPD), obbligatoria per autorità o organismi pubblici, o comunque in tutti i casi in cui vengono svolte attività che comportano il monitoraggio sistematico di dati o trattamenti su larga scala di dati sensibili e dati giudiziari.

Privacy Alert: non potete sottovalutare la Privacy se...

  • trattare dati personali di dipendenti, clienti, utenti, pazienti, fornitori, agenti, etc, dove per dato personale si intende anche solo il nome, il cognome, la data di nascita ovvero tutto quanto consente l’identificazione diretta dell’interessato.images-4

  • sfruttate tecnologie di videosorveglianza o di geolocalizzazione;

  • gestite dati sensibili o biometrici;

  • effettuate attività di profilazione;

  • è in crescita nella Vostra organizzazione l’utilizzo di smartphone, tablet e altri devices;

  • vi servite di App o erogate servizi acquistabili tramite smartphone o tablet;

  • vi avvalete di soggetti terzi per erogare i Vostri servizi;

  • state implementando progetti di sviluppo, senza considerare l’impatto privacy;

  • i dati da Voi trattati sono trasferiti in Stati extra UE;

  • sarete soggetti all’obbligo di nomina di un un responsabile della protezione dei dati.

Lo Studio propone soluzioni chiavi in mano per assistere il cliente nella fase di compliance alla normativa sulla Privacy anche in sinergia con altri modelli organizzativi (ad es. Modello 231, ISO) se implementati.


IMMAGINE_PDFScarica il Promo sui servizi in materia di Privacy

 

 



Formazione

 

CORSI DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE ATTRAVERSO PERCORSI IN HOUSE PERSONALIZZATI ANNESSO SERVIZIO QUESITI

 

immagine_formazioneLo Studio oltre a proporre la partecipazione ai numerosi convegni che nel corso dell'anno vengono tenuti, in partnership con il Dipartimento di Economia e Management dell'Università di Pisa o con altri partner accreditati a livello nazionale, organizza corsi di formazione in house su tutte le tematiche inerenti le proprie aree di specificità, programmati per soddisfare il fabbisogno del clienti modulandone di comune accordo i contenuti.
L’offerta comprende l’erogazione di un n. concordato di corsi di formazione in house di 5 ore ciascuno, organizzati e tiene presso la sede individuata dal committente, di taglio fortemente pratico, tenuti con il modello del “laboratorio didattico” su argomenti che ricomprendono tutta l'attività della Pubblica Amministrazione e più in generale degli organismi, societari e non, rientranti nel c.d. “Gruppo pubblico” ed in particolare:

  • anticorruzione, trasparenza e D.lgs. n. 231/01.

  • Codice dei Contratti (D.lgs. n. 50/16)

  • Responsabilità civile, amministrativa e penale degli organi amministrativi e di controllo.

  • D.lgs. n. 175/16 e più in generale normativa speciale a cui sono assoggettate le società e gli altri Organismi a partecipazione pubblica locale.

  • Sistemi, modelli e strumenti operativi di control governance della P.A. (sia in forma diretta che indiretta tramite holding) rivolta ai propri organismi partecipati sulla base del livello di partecipazione, minoritaria, di controllo o totalitaria.

Tra gli argomenti su cui il committente può richiedere l’erogazione di corsi in house vi rientrano altresì:

  • la sicurezza e salute sul lavoro e i reati ambientali per le loro implicazioni sotto il profilo della responsabilità amministrativa degli Enti (D.lgs. n. 231/01).

La progettazione dei programmi avviene recependo gli specifici fabbisogni formativi manifestati dal committente che verranno trattati attraverso l’esame della legislazione, del quadro giurisprudenziale e degli orientamenti della Corte dei Conti.
Le lezioni sono tenute da docenti di elevato profilo, avvocati, magistrati, commercialisti, professori universitari esperti sotto il profilo teorico ma soprattutto applicativo, delle materie trattate.
Per consentire una personalizzazione “su misura” degli interventi formativi, il committente può altresì usufruire di un assistenza integrata con l’offerta formativa formulando per scritto, almeno 7 giorni prima del loro svolgimento, quesiti sugli argomenti trattati durante i corsi in house e ricevere risposte argomentate dal punto di vista normativo ed interpretativo durante il corso stesso.
Attestati: al termine del corso sarà rilasciato idoneo  attestato di partecipazione.

 

 

 

Per info:
contattaci cliccando QUI 

oppure compila il form per richiedere informazioni  cliccando QUI

 


foto_edo_convegno_groasseto_2017foto_edo_convegno_pisa_2017_2