16 apr. 18
 
ATTO DI INDIRIZZO EX ART. 154, COMMA 2, DEL TESTO UNICO DELLE LEGGI SULL’ORDINAMENTO DEGLI ENTI LOCALI, APPROVATO CON DECRETO LEGISLATIVO 18 AGOSTO 2000, N. 267, SULLE PROPOSTE DI MODIFICA DEL REGOLAMENTO PER L’ISTITUZIONE DELL’ELENCO DEI REVISORI DEI CONTI DEGLI ENTI LOCALI E LE MODALITA’ DI SCELTA DELL’ORGANO DI REVISIONE ECONOMICO-FINANZIARIO”.


imagine_di_quesitiLe istituzioni pubbliche coinvolte dall’attuazione della normativa, di cui all’articolo 16, comma 25, del decreto legge 13 agosto 2011, n. 138, unitamente al Consiglio nazionale dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili e all’Associazione nazionale dei Certificatori e dei Revisori degli enti locali, in più circostanze, hanno evidenziato la necessità di approfondire la tematica relativa alla verifica della qualità dell’attività del revisore degli enti locali, che ha notevoli ricadute sul corretto andamento gestionale degli enti locali, nonché delle modalità di effettuazione dell’estrazione a sorte.
L’Osservatorio sulla finanza e la contabilità degli enti locali ha ritenuto di dover analizzare le questioni poste all’attenzione, sotto l’aspetto del quadro normativo vigente, nel contesto del quinquennio nel quale lo stesso ha trovato applicazione, al fine di pervenire a definire proposte indirizzate alla modifica del regolamento disciplinante la tenuta dell’elenco dei revisori degli enti locali, approvato con decreto del Ministro dell’Interno 15 febbraio 2012, n. 23.


Scarica il documento dell'Osservatorio